SF – Scienza di Frontiera

Written By: sciencepagesit
Nome SF – Scienza di Frontiera
Argomento multidisciplinare
Pubblico generale
Accesso gratuito
Sito interattivo
Strumento web blog
Sito web moderato
Produttore individuale
Età produttore adulto
Uso social network/online community ND
Social network/online community ND
Paese Italia
Regione Piemonte
Città Torino
Ultimo anno di attività 2012
Note
E-mail giuby91@hotmail.it
URL http://scienzadifrontiera.blogspot.com

Chi c’è dietro a SF – Scienza di Frontiera?

Giulio Matteucci

Intervista a SF – Scienza di Frontiera:

Cos’è SF – Scienza di Frontiera?

SF è un blog che tratta argomenti interdisciplinari all’intersezione tra fisica, chimica e biologia come le neuroscienze, le biotecnologie e le nanotecnologie. Sul blog compaiono notizie commentate dal mondo della ricerca, video di conferenze scientifiche e post più “riflessivi” nei quali condivido i miei pensieri sulla scienza in generale o sulle implicazioni culturali e filosofiche delle ricerche di cui parlo negli altri post.

Come nasce e chi siete?

SF è nato nel settembre 2011. Era un po’ che avevo voglia di buttarmi in una iniziativa del genere, sia perché scrivere mi è sempre piaciuto, sia perché l’dea di fare divulgazione e condividere i miei interessi mi attirava molto. La decisione di aprire un blog non nasce però solo dal desiderio di condividere questi miei interessi ma anche da una amara constatazione: troppo spesso argomenti di grande interesse come quelli citati sopra rimangono trascurati nel panorama della divulgazione scientifica italiana. Il nome “SF – Scienza di Frontiera” ha almeno un doppio significato; se da un lato nanotecnologie, neuroscienze, e biotecnologie sono esempi di vera “Scienza di Frontiera”, essendo poste alla confluenza tra molte discipline tradizionali, dall’altro le iniziali “SF” sono le stesse con cui viene comunemente abbreviato il termine “Science Fiction”, cioè la fantascienza. In effetti il progresso scientifico in questi campi sta quotidianamente trasformando idee fantascientifiche in realtà concrete. Passando a parlare di me, ho 20 anni e sono studente di fisica al secondo anno della laurea triennale all’università di Torino. Dopo la laurea vorrei proseguire gli studi nel campo della biofisica e delle neuroscienze per poi cercare di diventare ricercatore. E’ dagli anni del liceo che nutro una grande passione per le scienze e mi è sempre piaciuto leggere blog e notizie per tenermi aggiornato sugli sviluppi scientifici più recenti. E’ proprio seguendo questi miei interessi, che, negli anni, sono rimasto particolarmente affascinato dai campi di ricerca fortemente interdisciplinari di cui spesso parlo. SF è il mio blog personale e l’hobby che occupa buona parte del mio (scarso!) tempo libero, per questo, almeno fino ad oggi, sono l’unico autore degli articoli postati.

Che cosa fate?

Oltre a portare avanti il blog, in questi primi mesi di attività ho iniziato una collaborazione con altri siti come “Estropico” e “FuturoProssimo”, scrivendo anche alcuni articoli in esclusiva per quest’ultimo. A seguito di queste collaborazioni SF è entrato a far parte del Network H+ . Il Network è una rete di siti e singole persone dedite alla riflessione sull’impatto trasformativo che le tecnologie future legate proprio a biotecnologie, neuroscienze e nanotecnologie, potrebbero avere sulla condizione umana.

Quali sono le vostre prospettive future?

A causa dello studio e degli impegni universitari a volte è stato difficile trovare il tempo di aggiornare regolarmente il blog, tuttavia finora ci sono sempre riuscito. Per il futuro quindi spero di poter continuare così! Vorrei anche riuscire a integrare sempre più SF nella rete dei blog scientifici italiani; in questo senso mi piacerebbe molto contribuire alla costruzione di un vero network di blog di divulgazione della scienza, un po’ come accade in altri paesi. Credo che questo potrebbe aiutare a migliorare la visibilità mediatica delle singole realtà online rendendo più efficace l’attività divulgativa.

Perché è importante comunicare la scienza online in Italia?

Penso che la scienza e la tecnologia siano i veri motori dello sviluppo culturale ed economico nel mondo moderno. Ritengo che, non solo la cultura scientifica aiuti ad apprezzare maggiormente la bellezza e l’interesse intrinseco del mondo che ci circonda, ma aiuti anche ad intravvedere un futuro migliore per cui lottare. Progetti, obbiettivi e speranze a lungo termine sono qualcosa che, a mio parere, manca molto alla nostra società, soprattutto negli anni di crisi economica e sociale che stiamo vivendo. Penso che nei prossimi anni, come cittadini e come esseri umani, saremo sempre più spesso chiamati a compiere scelte importanti per il nostro futuro riguardanti gli sviluppi di scienza e tecnologia. Credo che simili scelte, per essere consapevoli, richiederebbero una cultura scientifica e uno spirito critico ben maggiore di quello apparentemente diffuso nell’Italia di oggi. Un’Italia in cui, tristemente, si assiste al successo dilagante della divulgazione pseudo-scientifica di trasmissioni televisive come “Voyager” o “Mistero” e alla diffusione incontrollata di ogni tipo di bufala e superstizione. E’anche in base a queste considerazioni che vorrei, con questo blog, contribuire nel mio piccolo a modificare questa situazione e portare un po’ più di attenzione su temi che non ricevono l’attenzione meritata viste le loro profonde implicazioni sociali e culturali.